sabato 3 dicembre 2016

E' morto Antonio Polese, era "Il Boss delle Cerimonie"


Aveva 80 anni, folla alla camera ardente

Morto Antonio Polese, era il boss delle cerimonie








 SANT'ANTONIO ABATE (NAPOLI) - È morto, all'età di 80 anni, Antonio Polese, titolare dell'hotel-ristorante ''La Sonrisa'' di Sant'Antonio Abate (Napoli), un imprenditore diventato famoso con l'appellativo de 'Il boss delle cerimonie', per le sfarzose feste nuziali e di prima comunione organizzate nell'ambito di un real TV che esaltava aspetti trash e eccessivi di alcune cerimonie. Una camera ardente sarà allestita nel 'castello' La Sonrisa, la location di feste e banchetti immortalata in tv.
SUL PRESEPE DI NAPOLI LA SUA STATUINA Il 'boss delle cerimonie' Antonio Polese titolare de 'La Sonrisa' sul presepe di Napoli. Una sua statuina e' stata realizzata dall'artigiano di San Gregorio Armeno, Marco Ferrigno. 'Ci sembrava doveroso - dice Ferrigno - che la sua statuetta comparisse sull'immaginario presepe che noi realizziamo legato al mondo dell'attualita''.
FOLLA ALLA CAMERA ARDENTE E NEL CASTELLO SI FESTEGGIA UN MATRIMONIO - Un fiume di ammiratori, personaggi della canzone neomelodica e del cabaret napoletano, tanti amici e fan stanno affollando la camera ardente di Tobia Antonio Polese, noto come 'il boss delle cerimonie' la cui salma giace a pochi metri dalle sale del 'suo' castello 'La Sonrisa', diventato emblema del sogno delle cerimonie nuziali dei napoletani, rimasti legati alle tradizioni. E mentre i parenti piangono il 'boss delle cerimonie', lo 'show' va avanti, con un matrimonio fantastico, in stile 'La Sonrisa', che era stato programmato e non poteva essere rinviato. In una sala si ride e in un'altra si piange. (ANSA).

Del Turco, solo fango.Pm, resta condanna


Dalla Cassazione conferma del reato di induzione indebita





 PESCARA, 3 DIC - "La Cassazione ha confermato definitivamente il reato di corruzione, che era il cuore dell'inchiesta: il passaggio di denaro c'è stato, e questo conferma la correttezza del processo". A sostenerlo è l'ex procuratore capo della Procura di Pescara, Nicola Trifuoggi, sulla decisione della Cassazione nel processo all'ex governatore Ottaviano Del Turco per la sanitopoli abruzzese. "Ora - spiega Trifuoggi - la Corte d'Appello di Perugia dovrà solo ricalcolare la pena dopo che è stato invece cancellato il reato di associazione per delinquere, ma si tratta di un argomento tecnico per rimodulare la condanna". Per Del Turco invece "la montagna di prove che doveva schiacciarmi si è dimostrata per quello che era: una montagna di fango. Non trovo in questa vicenda - aggiunge - nessun altro senso, se non la evidente necessità di dare una parvenza, seppure grottesca, di giustificazione alla infamia che ha travolto una giunta regionale democraticamente eletta e con essa la vita mia e di molti di noi".

(ANSA) 

Il gatto di Zerrin Sukut


Il gatto di Zerrin Sukut (200X-2009)

FACEBOOK, TURCHIA - Mamma mia questi giovani d'oggi quanto sono coglioni. Capisco che avere 15 anni non è bello, capisco che avere 15 anni in Turchia dev'essere pure peggio, capisco la voglia di dedicare la tua esistenza all'adorazione di Satana, capisco la necessità di uccidere un gatto e tagliarlo a metà per compiacere il tuo oscuro signore, quello che non capisco è il motivo che dovrebbe spingerti a mettere le foto su facebook.

Lo volete capire o no che non c'è privacy? Se avete un amante e mettete la foto su facebook vi sgamano, se fumate e mammà e papà non lo sanno vi sgamano, se flirtate con Billy Ballo vi sgamano, cazzo!

E non vi lamentate se, dopo aver squartato un gatto all'interno di un pentacolo e avergli fatto delle foto e averle pubblicate, finite in gattabuia. A questo punto salutiamo l'artefice di questo gesto, Zerrin Sukut, della quale speriamo di poter parlare più approfonditamente su queste pagine un giorno o l'altro.

Per quanto riguarda il micetto, c'è sempre posto nello zoo di Gesù per un gattino, anche se è stato sacrificato a Satana, a maggior ragione se è stato sacrificato a Satana...

link

http://www1.ilmortodelmese.com/2010/01/il-gatto-di-zerrin-sukut-200x-2009.html

The beginning of the Hollywood era - the filming of the MGM screen credits, 1928



https://www.facebook.com/CelebritiesRarePhotos/photos/a.128651043963627.25535.117815121713886/315643238597739/?type=3&theater

The Streets of New York City in 1908



https://www.facebook.com/CelebritiesRarePhotos/photos/a.128651043963627.25535.117815121713886/315643321931064/?type=3&theater

Pelé on The Tonight Show, 1973.



https://www.facebook.com/CelebritiesRarePhotos/photos/a.128651043963627.25535.117815121713886/316319855196744/?type=3&theater

Alena Vodonaeva, modella russa si difende su Instragram: “Mio corpo….”

MOSCA – Una modella e presentatrice televisiva russa è stata accusata di avere un “corpo falso” frutto di molte sedute dal chirurgo estetico. Alena Vodonaeva però non ci sta e su Instagram posta un video che mostra il suo corpo tonico. La 34enne , con sarcasmo commenta: “Questo è frutto di Photoshop, ovviamente”. La donna posa in biancheria intima davanti lo specchio, dove mostra la sua pancia piatta e la sua vita sottile. Vodonaeva nega le voci che l’accusano di essere ricorsa alla chirurgia plastica e sostiene che i suoi seni sono del tutto naturali aggiungendo che li avrebbe voluti più piccoli. Per questa ragione, Alena spiega di aver davvero contatto un chirurgo ma solo per farseli ridurre piuttosto che farseli aumentare. Dopo aver cercato un chirurgo negli Stati Uniti, ne ha trovato uno a Mosca di cui dice di fidarsi. Vodonaeva, nel video da 1,6 milioni di follower spiega che per lei è un giorno molto importante: “Ho avuto una consultazione con un medico. Sembra che finalmente i miei due ‘bambini’ saranno rimpiccioliti entro l’inizio del nuovo anno”. Alena è diventata famosa dopo aver partecipato ad un reality show russo. Ora fa la modella, la conduttrice e la blogger. Ha anche aperto un suo marchio di moda.

Alena Vodonaeva, modella russa si difende su Instragram8











http://www.blitzquotidiano.it/blitztv/alena-vodonaeva-modella-russa-si-difende-su-instragram-mio-corpo-video-2597874/