giovedì 4 dicembre 2014

CHI FA COPPIA CON IL CALCIATORE DELL’ARSENAL OLIVIER GIROUD? - IN USCITA IL CALENDARIO HOT DI DAYANE MELLO - IL LIBRO DI PLATINETTE - BRITNEY SPEARS IN ARRIVO A MILANO – “MAZZARRA DEL FALLO”

Chi è la signora dei salotti milanesi che “tira pacchi” a più non posso? - La cena di Natale più pazza del mondo: trecento invitati, all'Hotel Principe di Savoia, per Alberto, Paola, Marianna e Federica Neri - Lapsus freudiano di Cristiano Malgioglio al ristorante: "Ma i vostri scampi sono di Mazzara del Fallo?"…


Alberto Dandolo e Ivan Rota  per Dagospia

stefano sala 2STEFANO SALA 2
1) Folla delle grandi occasioni lo scorso fine settimana per la presentazione del nuovo  libro di Platinette “Sei donna?”(EdizioniAnordest). Presentatrice d’eccezione Selvaggia Lucarelli. Il «tomo» è’ un vero e proprio dialogo tra Simone Gerace e Mauro Coruzzi, in arte Platinette, in cui si parla di televisione, di conduttrici televisive e, in generale, del ruolo della donna in tv.

Un excursus da Enza Sampò, la prima donna della tv italiana a non essere identificata come annunciatrice o come valletta, a Silvia Toffanin, regina del sabato pomeriggio in tv. Attraverso le tante figure femminili che hanno occupato i palinsesti televisivi dagli anni ‘50 ad oggi, vengono svelati anche aneddoti e curiosità legati al piccolo schermo.
platinettePLATINETTE

2) Lo stilista Luca Roda neanche lo sapeva: Mick Jagger, durante il tour dei Rolling Stones, ha indossato molti dei suoi abiti. Un vero successo per la sua linea "dandy-chic" amata dalle celebrities. E' per questo che nella sua boutique-ristorante a Londra ora si addensano molti vip, come Kate Moss e Hugh Grant?

3) Il casting per “l'Isola dei Famosi” continua a tutto spiano. Una (quasi) nuova certezza: il modello e imprenditore Davide Farina: quando entra in un locale gli ormoni (di donne e uomini) "svalvolano" per la carica erotica che trasmette. Infiammerà anche l'isola?
olivier giroud nakedOLIVIER GIROUD NAKED

4) Chi fa coppia con il calciatore dell’Arsenal Olivier "dieu du stade" Giroud?

5) Lapsus freudiano di Cristiano Malgioglio al ristorante: "Ma i vostri scampi sono di Mazzara del Fallo?"

6) La coppia più bella di Milano? Quella formata dall'attore Michel Altieri e Pucci.

federica neri e un'amicaFEDERICA NERI E UN'AMICA
7) Britney Spears in arrivo a Milano! Oltre alla svolta fetish, la cantante pop sembra un'altra: il naso è più stretto e il viso è trasformato! Appare dolce come una bambina e allo stesso cazzuta come una diva. Dov'è finita quella bella "patatona" che tanto ci deliziava con i suoi colpi di testa? C' è di mezzo il bisturi?

federica neri e due amiciFEDERICA NERI E DUE AMICI
8) In una sua foto su Twitter sembra abbia un sedere gonfiabile come Kim Kardashian: gli amici dicono sia l'effetto di una nuova linea di pantaloni effetto "push up" che fanno alzare il sedere. Risulta incredibile l'antipatia che suscita su Twitter la giovane cantante. Se poi provate a nominare Gigi D'Alessio, si scatena una valanga di tweet irriferibili.

9) Chi è la signora dei salotti milanesi che “tira pacchi” a più non posso?

enza sampo'2ENZA SAMPO'2
10) "Ballando con le Stelle" le ha portato parecchia fortuna. Ora Dayane Mello diventa regina dei calendari: sono in uscita le sue foto "hot". Sola, senza il compagno comasco, di stanza a Milano, Stefano Sala, con il quale in passato ha posato in molte foto "calde".

dayane melloDAYANE MELLO
11) La cena di Natale più pazza del mondo: quasi trecento invitati, all'Hotel Principe di Savoia, per Alberto, Paola, Marianna e Federica Neri. Luculliani tavoli cosparsi di sushi, cena placée e poi tutto cambia: arrivano animatori di discoteca vestiti da cyborg provenienti da Miami e fantasisti dal Lio di Ibiza. In mezzo a una selva di raggi laser da far impallidire il Pacha, la solitamente silente sala degli specchi è stata trasformata nella sede di un rave...
britney spears 2BRITNEY SPEARS 2

mercoledì 3 dicembre 2014

TINTO MAI STINTO - IL “CINE-COLOGO” TINTO BRASS PUBBLICA UN ROMANZO, “MADAME PIPÌ”, TRATTO DALLE SUE MEMORIE: "MIO PADRE MI MISE IN MANICOMIO PER ABITUARMI ALLA VITA. NON SOPPORTO IL MIX DI EROTISMO E RIFLESSIONE: IL CAZZO NON VUOLE PENSIERI”

“Nei centinaia di tradimenti sono rimasto fedele a mia moglie. Una volta, ebbi un'avventura con un'attrice. La andai a trovare a Torino. Tinta, sapendolo, reagì con un:“io vado a Parigi’’. Dopo tre giorni la raggiunsi a Parigi. Lei quando mi vide telefonò a questa attrice:“Prima ti sei divertita tu, adesso mi diverto io”…


Bruno Giurato per “il Giornale

Tinto BrassTINTO BRASS
Il sigaro, il cappello, gli occhietti. Davanti a tante manifestazioni dell'immaginario pop, che radunano i desideri, i pourparler, fino alle polemiche politiche di tono serio(so), è facile immaginare una figura ispiratrice.

Il totemico sedere di Kim Kardashian sulla copertina di Paper; il twerking di Miley Cyrus sui palchi di mezzo mondo; perfino le gesta di Paola Bacchiddu che mesi or sono espose il lato b per la lista Tsipras, sotto sotto fanno sempre pensare a lui. Il sigaro, il cappello, gli occhietti. Tinto Brass. Lui che aveva previsto-prefigurato-prefilmato tutto. Il lato b. il Sedere. La nuova origine del mondo, slegata dalla naturalità di quella di Courbet. «Anche il seno» racconta Brass «al di là del possibile paragone con Fellini, è collegato con la maternità, ha legami con Freud, eccetera. Il culo, invece, è assolutamente libero, il culo è olio essenziale di erotismo».
corto circuiti erotici tinto brass coverCORTO CIRCUITI EROTICI TINTO BRASS COVER

Ottantuno anni, cinquanta di film. Una prima parte della carriera dedicata al cinema impegnato e una seconda a quello erotico. Tinto Brass torna, ma questa volta con un libro. Madame Pipì (Bompiani, pagg. 140, euro 13) scritto in collaborazione con la sua musa e consigliera, la psicanalista Caterina Varzi. «La storia è diversa dai suoi tipici soggetti erotici» spiega la Varzi. «È più ruvida, più inquietante.

Deriva da un caso di cronaca parigina degli anni 60, che poi è stato ampliato e ripreso. Nel '72 se ne doveva fare anche un film con Macha Méril, ma i produttori non gradivano una vicenda così forte. Mi è capitata sottomano quando, dopo l'emorragia cerebrale del 2010, ho aiutato Tinto a recuperare la memoria. Leggendogli brani del suo archivio». Una madre, custode in una toilette parigina, un figlio con problemi psichiatrici. E uno psichiatra che con la donna intesse una relazione tutta sopraffazione.
brs04 tinto brass regaloBRS04 TINTO BRASS REGALO

Brass, il tema della follia fa pensare a un legame almeno con altri due suoi film, Dropout (1970) e La Vacanza (1971)...
«Sono sempre rimasto legato a questo tipo di temi. In particolare il bambino con problemi, che cercava una liberazione delle sue condizioni di vita. Solo che in questo caso ho cercato di portare questa storia alle estreme conseguenze».

Ma è un discorso che deriva anche da una sua esperienza personale.
«Da ragazzino sono andato al manicomio a San Clemente, a Venezia. Solo per due o tre giorni. Mio padre mi ci fece chiudere dentro per “abituarmi alla vita”, diciamo così. Era una punizione amichevole, e capisco perché l'ha fatto...

Ha detto «mio padre era un fascista, ma la nostra era una famiglia libertaria». Cosa vuol dire?
brs08 tinto brass libroBRS08 TINTO BRASS LIBRO
«Era un uomo molto libero dai pregiudizi, molto onesto. Il nostro è stato un conflitto leale. Di reciproco rispetto. Non ho avuto il tempo di spiegargli la mia storia, con tutti i particolari, è morto prima, purtroppo».

Lei è sempre stato uno a cui non piaceva adattarsi. Quando ha fatto In capo al mondo nel '63, dopo i problemi con la censura, ha cambiato il titolo al film in uno ancora più aggressivo: Chi lavora è perduto.
«Sono stato sempre un po' così. E con il tempo ho cercato di trasformare questo mio atteggiamento personale in una posizione politica, di critica alla società. Prima attraverso film politici, poi attraverso l'erotismo»

Però, dopo tanti film che hanno innescato scandalo, ha detto che la vera trasgressione oggi è l'amore...
«Anche la vicenda di Madame Pipì in fondo è una storia d'amore, amore di una madre per un figlio. Ma le dirò, in fondo sono stato un tipo fedele».

ULTIMO TANGO A PARIGI MARLON BRANDO MARIA SCHNEIDERULTIMO TANGO A PARIGI MARLON BRANDO MARIA SCHNEIDER
Fedele?
«Innanzitutto agli amici. I ragazzi veneziani con cui mi sono trovato per tutta la vita. E poi a tanti altri amici di sempre: Michelangelo Antonioni, per esempio, con cui si passavano tutte le domeniche a parlare, a mangiare, a giocare a ping pong».

E poi?
«A mia moglie Carla, detta “Tinta”. Nei centinaia di tradimenti sono rimasto fedele. Mi sono sempre rimesso alle circostanze. Una volta, ebbi un'avventura con un'attrice. La andai a trovare a Torino. Tinta, sapendolo, reagì con un: “io vado a Parigi”. Dopo tre giorni la raggiunsi a Parigi. Lei quando mi vide telefonò a questa attrice: “Prima ti sei divertita tu, adesso mi diverto io”».

Ha sempre detto di non sopportare il mix di erotismo e riflessione.
Claudia Koll infermiera sexyCLAUDIA KOLL INFERMIERA SEXY
«Come diceva Giacomo Casanova: “il cazzo non vuole pensieri”, ed è anche la mia definizione di rapporto erotico, un rapporto felice».

Attrici più difficili da dirigere nelle scene più «scoperte»?
inna shevchenko Femen CONTRO erdoganINNA SHEVCHENKO FEMEN CONTRO ERDOGAN
«Maria Schneider. In Caligola non si voleva spogliare, non voleva restare nuda sotto alle due stole. Una fatica, una sofferenza. Le dissi: quella è la porta, puoi andartene. Alla fine ho preso Teresa Ann Savoy».

Invece Claudia Koll era naturalissima senza vestiti addosso. Poteva immaginare la sua conversione?
«No assolutamente. So che una volta le telefonai e lei disse che stava facendo un film con Almodóvar. Poi più niente. Prese le distanze da me, e si dedicò a cose diverse».

Il suo film migliore a suo giudizio?
«L'urlo».

Cosa ne pensa delle Femen?
«Mi lasciano indifferente. Non c'è gioia, non c'è commedia nel loro agire. Non hanno potenziale di rottura».
femen san pietroFEMEN SAN PIETRO

lunedì 1 dicembre 2014

SARA TOMMASI, UN NUOVO CALENDARIO E UNA NUOVA IMMAGINE, SEXY MA NON VOLGARE

La showgirl posa per Francesco Baronio per 12 scatti ad alto tasso di eros... senza esagerare


Sensuale e seducente, in lingerie intrigante, in topless, coperto però dalle mani, in body trasparente... Sexy, ma non più volgare ed eccessiva, Sara Tommasi torna in grande stile con un calendario per il 2015 e una nuova immagine "ripulita" dalle esagerazioni del passato. Dietro l'obiettivo un noto fotografo Francesco Baronio. Ecco alcuni scatti e il backstage.

Foto 1

Foto 2

Foto 3

Foto 4

Foto 5

Foto 6

Foto 7

Foto Francesco Baronio

Foto 8

Foto 9

Foto 10

Foto 11

Foto 12

Foto 13

Foto 14

Foto 15

Foto 16

Foto 17

Foto 18

Foto 19

Foto 20

Foto 21

Foto 22

Foto 23

Foto 24

Foto 25

Foto 26

Foto 27

Foto 28

Foto 29

Foto 30

Foto 31

Foto 32

Foto 33

Foto 34

Foto 35

Foto 36

Foto 37

Foto 38

Foto 39

Foto 40

Foto 41

Foto 42

Foto 43

Foto 44

Foto 45

Foto 46

Foto 47

Foto 48

Foto 49

Foto 50

Foto 51

Foto 52

Foto 53

Foto 54

Foto 55

Foto 56

Foto 57

Foto 58

Foto 59

Foto 60

Foto 61

Foto 62

Foto 63

Foto 64

Foto 65

Foto 66

Foto 67

Foto 68

Foto 69

Foto 70Foto 71

Foto 72

Foto 73

Foto 74

Foto 75

Foto 76

Foto 77

Foto 78

Foto 79

Foto 80

Foto 81

Foto 82

FONTI: Foto Facebook & Twitter

Dopo la "pesante" esperienza nel mondo del porno e i vari pellegrinaggi a Medjugorje, l'ex bocconiana punta quindi tutto su una nuova immagine di sé... Si dà al calcio, agli immobili e alle foto d'autore, affidandosi alle "cure" di un noto fotografo emergente, che firma i 12 scatti del calendario, già noto per aver rinnovato l’immagine di diverse starlette italiane. “Ho accettato volentieri di collaborare con Sara”, dice Baronio, “perché ho apprezzato da subito questa sua versione ‘inedita’: abbiamo condiviso la necessità di dare di lei un’immagine diversa da quella degli ultimi anni: sensuale ma non scottante, bella ma mai volgare”.
E allora eccola in questa versione inedita, provocante sì e irresistibilmente sexy, ma senza mai mostrare un lembo di carne di troppo. 
In lingerie, babydoll, sottoveste, in topless coperto o solo in reggiseno, Sara ammicca nelle immagini del backstage e del calendario, senza mai "esagerare" mostrando la sua nuova "verginità". 

Il passato sembra davvero ormai solo un brutto ricordo. La Tommasi se l'è lasciato alle spalle e pensa a un rilancio mediatico in tutto stile... uno stile nuovo. Anche sui social. In versione bionda la showgirl posta alcuni selfie allo specchio e cinguetta:"Un regalino ai tanti fans che mi seguono con affetto!!".


http://www.tgcom24.mediaset.it/people/sara-tommasi-un-nuovo-calendario-e-una-nuova-immagine-sexy-ma-non-volgare_2081785201402a.shtml