martedì 1 agosto 2017

Ivan Unger e Gladys Roy giocano a tennis su un biplano a Los Angeles nel 1925.

Nessun testo alternativo automatico disponibile.
Nessun testo alternativo automatico disponibile. Wing walkers. Non passò molto tempo dopo il primo storico volo dei fratelli Wright che la gente cominciò a tentare di sfidare la morte sugli aerei compiendo acrobazie. Il primo esempio conosciuto di qualcuno che aveva il coraggio di camminare sulle ali di un aereo in volo era in realtà una dimostrazione pratica della stabilità laterale di un particolare modello.Il pilota Ormer Locklear dell'US Army Air Service aveva l'abitudine di camminare all'esterno, sulle ali del suo aereo, per fare messe a punto e regolazioni in volo. Ha sfruttato questo talento per trarne un profitto come pilota acrobatico nel ''Locklear Flying Circus''. Da lì, Locklear si spostò a Hollywood, diventando il protagonista nel film, Cecil B. DeMille-produced, ''The Great Air Robbery''. Morì nel 1920 in un incidente durante la produzione del suo secondo film. Naturalmente la prospettiva della morte fa parte del fascino oscuro che rapisce pubblico ed esecutori. Spettacoli volanti di circhi e "Barnstorming" divennero molto popolari negli anni 1920 e '30. Donne e uomini temerari, su biplani della Prima Guerra Mondiale in eccedenza, abbagliarono le folle con rischiose acrobazie. Alcuni spettacoli, come quelli del ''Gates Flying Circus'', richiamavano spettatori per passeggiate a basso prezzo. Il fattore di rischio e l'eccitazione si smorzarono un po', quando furono istituiti regolamenti governativi, che richiedevano agli esecutori di indossare il paracadute e limitavano le acrobazie a spettacoli a bassa quota. L'età d'oro delle ''wing-walking'', camminate sulle ali, e dei ''barnstorming'' si concluse prima dell'inizio della seconda guerra mondiale, ma i piloti eseguono acrobazie ancora oggi su biplani d'epoca sapientemente restaurati.

Nessun testo alternativo automatico disponibile. 1920 circa

 Nessun testo alternativo automatico disponibile.



https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10207115058786433&set=g.1614584658787201&type=1&theater

Nessun commento:

Posta un commento